Ti piacerebbe vedere quella pagina in English?

Orientarsi nel quadro fiscale per la ristorazione e l'ospitalità in Europa: una guida completa

Doyo - DoYourOrder Orientarsi nel quadro fiscale per la ristorazione e l'ospitalità in Europa: una guida completa

Tabella dei contenuti

Arrow Down

Il panorama della conformità fiscale per i ristoranti e le attività ricettive in tutta Europa è variegato come il continente stesso. Con ogni paese che implementa il proprio insieme di norme e regolamenti per garantire la conformità fiscale e ridurre le frodi, navigare in questo ambiente complesso può essere un compito arduo per le aziende che operano o si espandono nei mercati europei. Questa guida mira a demistificare i requisiti fiscali in vari paesi europei, sottolineando l'importanza di comprendere e aderire alle leggi fiscali locali per garantire operazioni senza soluzione di continuità ed evitare potenziali insidie legali.

Dall'adozione di sistemi di fiscalizzazione basati su software all'utilizzo obbligatorio di dispositivi fiscali certificati, l'approccio alla compliance fiscale varia significativamente da un paese all'altro. Per le aziende che utilizzano 'Do Your Order', una piattaforma popolare per la gestione delle operazioni di ristorazione e ospitalità, la conformità a queste normative fiscali è fondamentale. Questo articolo fornisce una panoramica dello stato di conformità fiscale di 'Do Your Order' nei principali paesi europei, offrendo approfondimenti su come i ristoranti e le aziende del settore alberghiero possono navigare efficacemente nel panorama fiscale.

Man mano che approfondiamo le specifiche dei requisiti fiscali di ciascun paese, è importante che le aziende rimangano informate sugli ultimi sviluppi e si assicurino che le loro operazioni siano pienamente conformi alle leggi locali. Che si tratti di adattarsi ai nuovi standard di fiscalizzazione del software o di integrare dispositivi fiscali certificati, la comprensione del quadro fiscale è essenziale per il successo e la legalità delle operazioni aziendali in Europa.

Esploriamo il panorama della conformità fiscale in tutta Europa, esaminando lo stato del 'Do Your Order' in vari paesi e fornendo informazioni preziose per i ristoranti e le aziende del settore alberghiero che mirano a prosperare in questo complesso contesto normativo.

Albania (non conforme ai requisiti di fiscalizzazione)

Osumi Canyon

Il ristorante che desidera utilizzare Do Your Order in Albania, non sarebbe conforme alle autorità fiscali locali e avrebbe bisogno di un registratore di cassa fiscale aggiuntivo. Nel 2019, l'Albania è passata a un sistema di fiscalizzazione basato su software, eliminando gradualmente la necessità di certificazione fiscale dei dispositivi e introducendo la certificazione obbligatoria delle applicazioni POS. Questo cambiamento, formalizzato dalla riforma fiscale del 2020, ha migliorato la riscossione delle imposte, ridotto l'economia sommersa e semplificato i processi fiscali. Tuttavia, è importante notare che Do Your Order non può essere utilizzato come soluzione fiscale autonoma.

Nel 2019, l'Albania ha introdotto la legge sul sistema di monitoraggio delle fatture e della circolazione, segnando un cambiamento significativo nel suo approccio fiscale. Questa legge ha istituito un sistema di fiscalizzazione basato su software, eliminando la necessità di certificazione fiscale dei dispositivi e richiedendo invece la certificazione obbligatoria delle applicazioni POS (Point of Sale).

I punti chiave della tempistica della legge fiscale per l'Albania includono:

Introduzione della fiscalizzazione basata su software (2019): la legge del 2019 ha avviato la transizione da un sistema di fiscalizzazione basato su hardware a uno basato su software. Questo sistema si basa sulla comunicazione in tempo reale tra i contribuenti e le autorità fiscali attraverso lo scambio di messaggi XML.

Certificazione obbligatoria delle applicazioni POS (2020): Con il passaggio alla fiscalizzazione basata su software, l'Albania ha reso obbligatoria la certificazione di tutte le applicazioni POS, garantendo la conformità e lo scambio sicuro di dati tra le aziende e le autorità fiscali.

Vantaggi della riforma fiscale 2020: L'implementazione del sistema di fiscalizzazione basato su software nel 2020 ha portato a diversi risultati positivi, tra cui:

  • Maggiore efficienza nella riscossione delle imposte.
  • Riduzione dell'economia sommersa, che porta a un ambiente finanziario più trasparente e responsabile.
  • Semplificati i processi di dichiarazione e ispezione delle imposte, rendendo più facile per le aziende rispettare le normative fiscali e per le autorità monitorare e far rispettare le leggi fiscali.

Austria (sarà presto conforme)

VIENNA

Do Your Order sta lavorando per rendere la sua soluzione conforme a tutti i ristoranti in Austria. Il sistema di fiscalizzazione austriaco, istituito nel 2016, impone l'uso del Fiscal Journal (DEP) e delle firme digitali per la trasparenza finanziaria. Attualmente, la piattaforma 'Do Your Order' per i ristoranti non è conforme a questi standard fiscali. Tuttavia, sono in corso sforzi per garantirne la conformità futura.

Il sistema di fiscalizzazione in Austria, introdotto nel 2016, mira a migliorare l'integrità dei dati finanziari, ridurre le frodi fiscali e promuovere l'equità. Si tratta di due fasi fondamentali:

Creazione del Giornale Fiscale (DEP): Implementato all'inizio del 2016, il DEP registra tutte le transazioni e le ricevute in contanti in tempo reale, garantendo l'accuratezza e la sicurezza dei dati. Può essere archiviato localmente, centralmente o nel cloud e deve essere facilmente accessibile per gli audit delle autorità.

Firma digitale obbligatoria: da aprile 2017, ogni ricevuta di cassa deve avere una firma digitale, proteggendo ulteriormente i dati finanziari da frodi o manipolazioni.

L'Austria impiega sia hardware che software nella sua fiscalizzazione, con un 'sistema chiuso' unico per la grande distribuzione (più di 30 registratori di cassa). Questo sistema consente un processo semplificato, richiedendo uno speciale certificato rilasciato dal governo invece di registrare ogni POS individualmente, garantendo la conformità mantenendo l'integrità e la trasparenza dei dati.

Belgio (Conforme ai requisiti di fiscalizzazione)

Ghent Old town

Do Your Order is compliant with Belgium's fiscalization requirements for restaurants with a turnover below EUR 25,000

Do Your Order è conforme ai requisiti fiscali del Belgio per i ristoranti con un fatturato inferiore a 25.000 euro. Al momento non è prevista l'implementazione di una soluzione fiscale per i ristoranti al di sopra di questa soglia. Il motivo principale è che questo è il quadro giuridico più complesso in Europa per i registratori di cassa. Un incubo puro.

In Belgio, la fiscalizzazione è richiesta per tutte le vendite on-premise nel settore HORECA per le aziende con un fatturato superiore a 25.000 euro. Si tratta di registrare le vendite in un sistema di cassa certificato e di emettere ricevute fiscali, senza scambio automatico di dati con l'Agenzia delle Entrate. Dal 1° luglio 2016 la conformità è monitorata dall'FPS Finance, con sanzioni in caso di inadempienza. I dispositivi fiscali includono registratori di cassa o sistemi POS con un modulo dati fiscali e una carta con firma IVA.

Il Belgio impone la fiscalizzazione per le vendite on-premise nei ristoranti e nei servizi di catering per i contribuenti con fatturati annui superiori a 25.000 euro. Questo regolamento richiede la registrazione di ogni vendita in un sistema di cassa certificato e l'emissione di una ricevuta fiscale. A differenza di alcuni sistemi fiscali, il Belgio non richiede lo scambio automatico di dati con le autorità fiscali. Per garantire l'accuratezza e l'affidabilità dei dati fiscali, sono consentiti solo dispositivi predefiniti che hanno superato un processo di certificazione che soddisfa i requisiti FPS Finance. Ciò include componenti hardware e software di dispositivi fiscali, come registratori di cassa, sistemi POS e un modulo di dati fiscali, che devono essere tutti sottoposti a certificazione obbligatoria. L'implementazione del sistema di cassa fiscale (SCE) nel settore HORECA il 1° luglio 2016 ha segnato un passo significativo nell'applicazione di queste normative, con l'amministrazione fiscale che applica sanzioni in caso di inadempienza. I dispositivi fiscali attualmente in uso sono caratterizzati da una combinazione di un registratore di cassa o di un sistema POS integrato con un apposito modulo di controllo, che comprende un Modulo Dati Fiscali e una Carta Firma IVA, sotto la supervisione della FPS Finance, l'Autorità fiscale ufficiale preposta agli adempimenti fiscali.

Bulgaria (non conforme ai requisiti di fiscalizzazione)

Basarbov

In Bulgaria, i requisiti di fiscalizzazione sono stringenti, con l'uso obbligatorio di dispositivi fiscali e specifiche procedure di dichiarazione del software POS. Il regolamento, in evoluzione dal 2006, include aggiornamenti come la generazione di USN, le ricevute dei codici QR e le regole per gli e-shop. A causa di questi requisiti globali, il 'Do Your Order' non può fungere da soluzione fiscale autonoma in Bulgaria e non è previsto che sia adattato a tale uso in futuro.

Il quadro fiscale della Bulgaria è caratterizzato dalla sua applicazione rigorosa e dagli obblighi dettagliati che impone alle imprese, in particolare nel settore della ristorazione. Dall'inizio del principale regolamento fiscale nel 2006, numerosi aggiornamenti sono stati integrati nell'ordinanza H-18, introducendo una serie di scadenze, adeguamenti e norme sia obbligatorie che facoltative. Tra questi aggiornamenti spiccano l'introduzione di un numero di vendita univoco (USN) generato dal software POS all'inizio delle transazioni, l'incorporazione di codici QR sulle ricevute, la gestione specifica dei buoni e normative distinte per l'e-commerce. Inoltre, il passaggio all'euro come valuta ufficiale è stato accompagnato da una serie di aggiustamenti fiscali.

Il tipo di fiscalizzazione richiesto in Bulgaria è basato sull'hardware, sottolineando l'importanza dei dispositivi fiscali fisici per soddisfare gli standard di conformità del paese. Questi dispositivi, insieme alle procedure di dichiarazione per il software POS, sono soggetti a regole rigorose per garantire la corretta funzionalità e conformità. Data la complessità e la specificità dei requisiti di bilancio della Bulgaria, il 'Do Your Order' non può essere utilizzato come soluzione fiscale autonoma all'interno di questo contesto normativo. L'incapacità del sistema di soddisfare i requisiti completi di dichiarazione del dispositivo fiscale e del software significa che non puo fornire la conformita fiscale necessaria per i ristoranti. Inoltre, non vi è alcuna intenzione di modificare il 'Do Your Order' per soddisfare questi rigorosi standard fiscali bulgari nel prossimo futuro, sottolineando la necessità per le imprese di cercare soluzioni fiscali alternative e conformi.

Croazia (non conforme ai requisiti fiscali)

Zadar

La Croazia utilizza un sistema di fiscalizzazione online che richiede che ogni ricevuta di transazione sia autorizzata in tempo reale dalle autorità fiscali via Internet. Questo sistema impone ai rivenditori di disporre di sistemi POS con accesso a Internet per l'invio e la ricezione dei dati delle transazioni, comprese le chiavi di identificazione specifiche per le ricevute. In caso di assenza di connessione a Internet, le transazioni devono essere riautorizzate entro 48 ore. 'Do Your Order' non può funzionare come soluzione fiscale autonoma in Croazia a causa di questi specifici requisiti di fiscalizzazione online e non ci sono piani futuri per adattarlo a questo scopo.

Il sistema di fiscalizzazione della Croazia è un sofisticato modello di fiscalizzazione online, introdotto il 1° gennaio 2013, che la rende uno dei primi paesi a implementare l'autorizzazione delle transazioni in tempo reale basata su Internet per la conformità fiscale. Questo sistema richiede che ogni transazione elaborata da un rivenditore debba essere inviata al server delle autorità fiscali per l'autorizzazione. Il server, a sua volta, fornisce le chiavi identificative che devono essere stampate su ogni ricevuta, garantendo un alto livello di supervisione e analisi dei dati delle transazioni da parte dell'Agenzia delle Entrate.

Il fulcro di questo sistema è l'autorizzazione online obbligatoria, che richiede che i sistemi POS siano dotati di accesso a Internet per comunicare con il server centrale. Questa configurazione consente un servizio clienti continuo, anche in situazioni in cui la connettività Internet viene persa. Tuttavia, in questi casi, la legge richiede che le transazioni condotte offline debbano essere riautorizzate entro una finestra di 48 ore, garantendo la conformità alle normative fiscali.

Dato che il tipo di fiscalizzazione in Croazia è basato su software, concentrandosi sulla trasmissione e l'autorizzazione dei dati in tempo reale, 'Do Your Order' non è compatibile come soluzione fiscale autonoma all'interno di questo quadro normativo. I requisiti specifici per l'autorizzazione delle transazioni online e la necessità di un accesso continuo a Internet per i sistemi POS fanno sì che 'Do Your Order' non possa soddisfare i requisiti della legge fiscale croata. Inoltre, non vi è alcuna intenzione di modificare 'Do Your Order' per conformarsi ai requisiti di fiscalizzazione online della Croazia nel prossimo futuro. Ciò evidenzia la necessità per le imprese che operano in Croazia di cercare soluzioni alternative che rispettino pienamente gli standard fiscali unici e rigorosi del paese.

Repubblica Ceca (Conforme ai requisiti di fiscalizzazione)

Il sistema di fiscalizzazione online della Repubblica Ceca, obbligatorio per le transazioni da dicembre 2016, è stato sospeso nel 2020 a causa della pandemia e infine cancellato nel 2023. Da allora, i ristoranti e le attività ricettive non sono più tenuti a inviare i dati di vendita per l'autorizzazione fiscale, rendendo la Repubblica Ceca un paese non fiscale. Questo cambiamento significa che 'Do Your Order', un POS per ristoranti, non ha bisogno di essere adattato come soluzione fiscale per questi settori, in quanto non ci sono requisiti di conformità fiscale da soddisfare.

Nella Repubblica Ceca, nel dicembre 2016 è stato implementato un sistema di fiscalizzazione online, che obbliga i ristoranti e le attività ricettive a presentare tutte le transazioni in contanti o simili al contante all'autorità fiscale per l'autorizzazione online. Questo sistema mirava a semplificare la rendicontazione fiscale e a garantire la conformità in tutto il settore. Tuttavia, l'avvento della pandemia globale nel 2020 ha portato alla sospensione di questo sistema, riflettendo le sfide economiche senza precedenti affrontate dalle imprese, in particolare nel settore della ristorazione e dell'ospitalità.

Con una mossa significativa, il governo ceco ha deciso di cancellare completamente il sistema di fiscalizzazione nel 2023, riconoscendo che non raggiungeva più gli obiettivi previsti. Questa decisione ha segnato il passaggio della Repubblica Ceca a un paese non fiscale dal 1° gennaio 2023, abolendo così l'obbligo per le imprese di inviare i dati di vendita all'autorità fiscale per l'autorizzazione. La cancellazione includeva anche la completa abolizione del portale EET (Electronic Records of Sales), che era parte integrante del processo di fiscalizzazione.

Per le aziende della ristorazione e dell'ospitalità, questo cambiamento normativo ha profonde implicazioni. Elimina la necessità di rispettare i requisiti di fiscalizzazione online, semplificando così le operazioni e riducendo gli oneri amministrativi. Di conseguenza, 'Do Your Order' e sistemi simili non hanno più bisogno di incorporare funzionalità specifiche per soddisfare le normative fiscali ceche, in quanto non esistono requisiti di questo tipo. Questo sviluppo consente alle aziende dei settori della ristorazione e dell'ospitalità di concentrarsi maggiormente sull'erogazione dei servizi e meno sulla conformità fiscale, senza la necessità di adattarsi o investire in soluzioni fiscali specializzate.

Danimarca (conformità parziale)

Breve riassunto per le attività di ristorazione e ospitalità in Danimarca:

In Danimarca, la fiscalizzazione è incentrata sulle funzionalità software, senza requisiti hardware specifici. Dal 2019, la legge danese richiede che i sistemi POS incorporino funzionalità come la firma delle transazioni, il concatenamento e la manutenzione di un giornale elettronico. 'Do Your Order' è conforme a queste normative, ma le aziende devono richiedere l'esportazione dei dati su base ad hoc per poterli fornire nel formato SAF-T o in qualsiasi altro formato desiderato dall'autorità fiscale danese.

L'approccio danese alla fiscalizzazione si concentra in modo significativo sulle funzionalità software piuttosto che sulle implementazioni hardware. Questo spostamento di attenzione si è consolidato con l'introduzione di requisiti fiscali nel 2019, che hanno imposto che i sistemi POS utilizzati dalle aziende, comprese quelle nei settori della ristorazione e dell'ospitalità, debbano includere funzionalità specifiche. Queste funzionalità sono fondamentali per la conformità e includono la firma e il concatenamento delle transazioni, nonché il mantenimento di un giornale elettronico. Inoltre, ai fini dell'audit, le imprese sono tenute a presentare i dati delle transazioni nel formato Standard Audit File for Tax (SAF-T), come indicato nei regolamenti tecnici forniti dall'autorità fiscale danese.

'Do Your Order' è in linea con i requisiti fiscali della Danimarca, garantendo che il nostro sistema supporti le funzionalità necessarie per la firma, il concatenamento e l'archiviazione dei dati delle transazioni. Tuttavia, per rispettare pienamente le normative danesi, le aziende devono richiederci in modo proattivo l'esportazione dei dati. Su richiesta, possiamo esportare i dati della transazione nel formato SAF-T o in qualsiasi altro formato specificato richiesto dall'autorità fiscale danese. Questo processo consente alle aziende di soddisfare i requisiti di audit e reporting stabiliti dalla legge danese, garantendo la conformità e mantenendo la flessibilità di gestire le esportazioni di dati in base alle loro esigenze specifiche.

Per le aziende di ristorazione e ospitalità che operano in Danimarca, ciò significa che, mentre 'Do Your Order' fornisce la conformità di base alle leggi fiscali danesi, la responsabilità di avviare le esportazioni di dati a scopo di audit spetta all'azienda stessa. Questo approccio garantisce che le aziende possano rimanere conformi alle normative fiscali danesi, avendo al contempo la flessibilità di gestire come e quando i dati delle loro transazioni vengono esportati e inviati alle autorità fiscali.

Federazione di Bosnia ed Erzegovina (non conforme ai requisiti di fiscalizzazione):

Nella Federazione di Bosnia ed Erzegovina, la fiscalizzazione è regolata da leggi introdotte nel 2010, che richiedono a tutte le attività di vendita al dettaglio, compresi ristoranti e servizi di ospitalità, di registrare tutte le transazioni utilizzando dispositivi fiscali, indipendentemente dal metodo di pagamento. I report giornalieri e periodici sono obbligatori. 'Do Your Order' non è conforme a questi requisiti fiscali basati sull'hardware e non prevede di diventare conforme in futuro.

Il quadro di fiscalizzazione nella Federazione di Bosnia ed Erzegovina, stabilito dalla legge fiscale del 2010, impone requisiti completi di registrazione e rendicontazione per tutte le attività di vendita al dettaglio. Ciò include la necessità per i ristoranti e le attività ricettive di utilizzare dispositivi fiscali per registrare ogni transazione, indipendentemente dal metodo di pagamento utilizzato dai clienti. La legge richiede inoltre la generazione di report giornalieri alla fine di ogni giornata lavorativa, con questi report che vengono stampati e archiviati per ogni dispositivo fiscale. Inoltre, i rapporti periodici devono essere compilati e stampati l'ultimo giorno di ogni periodo fiscale, garantendo la tenuta di registri dettagliati e il rispetto delle normative fiscali.

Il tipo di fiscalizzazione imposto nella Federazione di Bosnia ed Erzegovina è basato sull'hardware, enfatizzando l'uso di dispositivi fiscali fisici per la conformità. Dati i requisiti specifici per i dispositivi fiscali hardware e gli obblighi di rendicontazione giornaliera e periodica completa, 'Do Your Order' non soddisfa gli standard di conformità fiscale stabiliti dalla Federazione di Bosnia ed Erzegovina. Inoltre, non vi è alcuna intenzione di adeguare 'Do Your Order' per conformarsi a questi requisiti fiscali basati sull'hardware in futuro.

Per le aziende di ristorazione e ospitalità che operano all'interno di questa giurisdizione, è fondamentale comprendere che 'Do Your Order' non può fungere da soluzione di conformità fiscale nell'ambito dell'attuale quadro giuridico. Le aziende devono cercare dispositivi e sistemi fiscali alternativi specificamente progettati per soddisfare i requisiti di fiscalizzazione basati sull'hardware della Federazione di Bosnia ed Erzegovina. Ciò garantirà il pieno rispetto della legge, evitando potenziali sanzioni legali e finanziarie associate alla non conformità.

Francia (non conforme ai requisiti di fiscalizzazione):

Il sistema di fiscalizzazione francese, in vigore dal 1° gennaio 2018, impone l'uso di sistemi POS certificati dal governo per garantire la trasparenza e prevenire le frodi. Questo sistema richiede la firma digitale e la sequenza delle transazioni, la reportistica regolare e l'archiviazione dei dati. 'Do Your Order' non è attualmente conforme a questi requisiti fiscali basati su software, ma prevede di raggiungere la conformità in futuro per supportare i ristoranti e le attività ricettive nell'aderire alle leggi fiscali francesi.

Il quadro fiscale in Francia è caratterizzato dalla sua enfasi sulla prevenzione delle frodi attraverso l'alterazione dei dati o le modifiche del software, il che lo rende unico e complesso rispetto ad altri sistemi fiscali europei. Un componente fondamentale di questo sistema è il requisito che tutti i sistemi POS (Point-of-Sale) siano certificati da enti autorizzati come InfoCert o LNE. Questa certificazione garantisce che i sistemi POS siano conformi a normative rigorose, tra cui la firma digitale e la sequenza delle transazioni, la fiscalizzazione delle transazioni, la segnalazione regolare alle autorità e la conservazione dei dati di archiviazione con firme digitali.

Implementato ufficialmente il 1° gennaio 2018, il sistema di fiscalizzazione francese è progettato per migliorare l'accuratezza, la sicurezza e la trasparenza delle transazioni finanziarie. Ciò si ottiene garantendo che tutte le transazioni siano firmate digitalmente in tempo reale, con registrazioni complete mantenute, inclusi indicatori di data e ora. Inoltre, il sistema impone l'archiviazione di questi record con firme digitali e richiede che tutti gli eventi di sistema siano firmati e registrati per riferimento futuro.

Al momento, 'Do Your Order' non soddisfa i requisiti fiscali specifici basati su software stabiliti dal sistema fiscale francese. Tuttavia, riconoscendo l'importanza della conformità per i ristoranti e le attività ricettive che operano in Francia, ci sono piani per adattare 'Do Your Order' per soddisfare questi requisiti in futuro. Questo impegno a diventare conformi consentirà alle aziende che utilizzano 'Do Your Order' di garantire che le loro transazioni finanziarie siano sicure, a prova di manomissione e pienamente allineate con le normative del governo francese, facilitando così processi di calcolo e riscossione delle imposte più accurati ed efficienti.

Germania (pienamente conforme)

Il sistema di fiscalizzazione tedesco, potenziato dal 'Kassengesetz' e dal requisito per l'integrazione dell'elemento di sicurezza tecnica (TSE), impone soluzioni certificate per i sistemi POS per garantire transazioni finanziarie sicure e trasparenti. 'Do Your Order' è pienamente conforme a questi requisiti fiscali tedeschi, offrendo due soluzioni per ristoranti e attività ricettive: l'adozione della nostra soluzione cloud per ulteriori 100 € all'anno per ristorante o l'utilizzo di speciali stampanti EPSON supportate dal nostro sistema.

Il panorama della fiscalizzazione in Germania ha subito un'evoluzione significativa dal 2016, culminando in un solido quadro volto a prevenire la manipolazione dei registri digitali e a migliorare la trasparenza delle transazioni finanziarie. L'introduzione del 'Kassengesetz' alla fine del 2016 ha gettato le basi per un sistema di fiscalizzazione incentrato sull'elemento di sicurezza tecnica (TSE). Questo sistema richiede che tutti i sistemi POS (Point-of-Sale) incorporino le TSE, che devono essere segnalate e registrate presso l'autorità fiscale. Il TSE, certificato dal governo, include un modulo di sicurezza, una memoria protetta e un'interfaccia digitale, che garantisce la registrazione e l'archiviazione sicure di tutte le transazioni.

In risposta a queste normative, 'Do Your Order' offre la piena conformità ai requisiti fiscali della Germania attraverso due soluzioni distinte su misura per i settori della ristorazione e dell'ospitalità. La prima opzione è l'adozione della nostra soluzione cloud, disponibile con un costo aggiuntivo di 100 euro all'anno per ristorante. Questa soluzione garantisce che tutte le transazioni siano elaborate e registrate in modo sicuro in conformità con i requisiti TSE, fornendo un'operazione fiscale senza soluzione di continuità e conforme.

In alternativa, per le aziende che preferiscono una soluzione basata su hardware, 'Do Your Order' supporta l'uso di speciali stampanti EPSON attrezzate per soddisfare i requisiti TSE. Queste stampanti, se integrate con il nostro sistema, offrono una soluzione conforme alle leggi fiscali tedesche, garantendo che le transazioni vengano acquisite e archiviate in modo sicuro.

Offrendo queste due soluzioni, 'Do Your Order' garantisce che i ristoranti e le attività ricettive che operano in Germania possano scegliere l'opzione più adatta per le loro operazioni, garantendo il rispetto delle leggi fiscali e contribuendo all'integrità e alla trasparenza dell'ecosistema finanziario in Germania.

Grecia (Conforme ai requisiti di fiscalizzazione)

Il sistema di fiscalizzazione della Grecia, che richiede dispositivi fiscali basati su hardware dal 1988 e aggiornato nel 2012 con ulteriori modifiche, impone l'uso di stampanti fiscali o dispositivi ECR in grado di inviare dati online alle autorità fiscali e supportare i codici QR sulle ricevute. 'Do Your Order' è pienamente conforme ai requisiti fiscali greci grazie al supporto di speciali stampanti fiscali di Epson o Star Micronics, garantendo una perfetta integrazione e aderenza alle più recenti leggi fiscali.

La Grecia, pioniera nella fiscalizzazione con il suo sistema in vigore dal 1988, ha visto aggiornamenti significativi alle sue leggi fiscali, in particolare nel 2012, con successive modifiche per adattarsi ai progressi tecnologici e migliorare i meccanismi di conformità. Le modifiche più recenti hanno enfatizzato la necessità di aggiornamenti delle stampanti fiscali, l'uso obbligatorio di codici QR sulle ricevute e l'obbligo per i dispositivi di inviare i dati delle transazioni direttamente ai server delle autorità fiscali in tempo reale.

In questo panorama di fiscalizzazione basato sull'hardware, l'uso di dispositivi fiscali conformi è obbligatorio per le aziende, comprese quelle dei settori della ristorazione e dell'ospitalità. Questi dispositivi, in particolare le stampanti fiscali o i registratori di cassa elettronici (ECR), devono non solo facilitare la trasmissione online dei dati fiscali ad ogni transazione, ma anche sincronizzare automaticamente le loro impostazioni temporali con il sistema informativo delle autorità fiscali.

Per allinearsi a questi requisiti, 'Do Your Order' offre piena conformità per le aziende che operano in Grecia attraverso il supporto di stampanti fiscali specializzate dei principali produttori, Epson e Star Micronics. Queste stampanti sono progettate per soddisfare i severi requisiti stabiliti dalle leggi fiscali greche, tra cui la possibilità di inviare dati online alle autorità fiscali, il supporto per i codici QR sulle ricevute e la sincronizzazione automatica dell'ora con i sistemi delle autorità fiscali.

Integrando 'Do Your Order' con queste stampanti fiscali certificate, i ristoranti e le aziende del settore alberghiero in Grecia possono garantire la piena conformità alle normative fiscali nazionali. Questa soluzione non solo facilita il rispetto della legge, ma semplifica anche il processo di emissione delle ricevute e la gestione dei dati fiscali, migliorando così l'efficienza operativa e garantendo la trasparenza nelle transazioni finanziarie.

Ungheria (non conforme ai requisiti di fiscalizzazione):

Il sistema di fiscalizzazione dell'Ungheria è particolarmente complesso e richiede la certificazione dei dispositivi fiscali e del software POS da parte del NAV (Ufficio ungherese delle imposte e delle dogane). Il sistema impone rigorosi standard di integrazione tra il software POS e le stampanti fiscali, tra cui la gestione degli errori e le funzionalità obbligatorie. 'Do Your Order' non è conforme ai requisiti di bilancio dell'Ungheria e non prevede di perseguirla in futuro.

Il quadro fiscale in Ungheria è caratterizzato dalla sua complessità e dai requisiti rigorosi, che lo distinguono in modo significativo da altri sistemi fiscali. In Ungheria, sia i dispositivi fiscali, come le stampanti fiscali, sia il software POS utilizzato dalle aziende, comprese quelle del settore della ristorazione e dell'ospitalità, devono essere sottoposti a un processo di certificazione da parte del NAV (Ufficio delle imposte e delle dogane ungherese). Questa certificazione garantisce che i dispositivi e il software soddisfino standard specifici per la sicurezza, la funzionalità e l'integrazione.

Un aspetto chiave della regolamentazione fiscale ungherese è la rigorosa gestione dell'integrazione tra il software POS e la stampante fiscale. Ciò include requisiti dettagliati per la gestione degli errori e l'implementazione di funzionalità obbligatorie per garantire una registrazione accurata e sicura delle transazioni. Questi requisiti sono progettati per prevenire le frodi e garantire l'integrità dei dati finanziari.

Dati i requisiti specifici e complessi del sistema fiscale ungherese, 'Do Your Order' non è conforme a tali normative. Inoltre, non vi è alcuna intenzione di adeguare 'Do Your Order' per soddisfare tali requisiti in futuro. Questa decisione si basa sulle sfide e le richieste uniche del sistema di fiscalizzazione ungherese, che richiederebbe modifiche significative al nostro sistema per raggiungere la conformità.

Per le attività di ristorazione e ospitalità che operano in Ungheria, ciò significa che 'Do Your Order' non può essere utilizzato come soluzione di conformità fiscale nell'ambito dell'attuale quadro normativo. Le imprese devono cercare soluzioni alternative specificamente progettate e certificate per soddisfare i requisiti fiscali ungheresi, garantendo il rispetto della legge e l'integrità delle loro transazioni finanziarie.

Italia (Conforme ai requisiti di fiscalizzazione)

Il sistema di fiscalizzazione italiano, istituito all'inizio degli anni '80, impone l'uso di dispositivi fiscali RT certificati (stampanti RT o server RT) per garantire l'integrità dei dati e prevenire la manipolazione. 'Do Your Order' è pienamente conforme ai requisiti fiscali italiani attraverso l'utilizzo di stampanti fiscali prodotte da EPSON, produttore certificato. Questi dispositivi facilitano la comunicazione sicura tra i rivenditori e l'Agenzia delle Entrate, garantendo l'invio automatico giornaliero dei dati fiscali.

L'Italia, pioniera nella fiscalizzazione con il suo sistema avviato all'inizio degli anni '80, ha sviluppato un solido framework volto a salvaguardare l'integrità, l'originalità e la completezza dei dati delle transazioni. Il cardine di questo sistema è l'utilizzo obbligatorio di dispositivi fiscali certificati RT (Registratore Telematico), che includono stampanti RT o server RT. Questi dispositivi sono fondamentali per stabilire un canale di comunicazione sicuro tra il rivenditore e il server dell'Agenzia delle Entrate, garantendo che i dati fiscali siano trasmessi in modo accurato e sicuro su base giornaliera.

La normativa fiscale italiana prevede che i dispositivi fiscali RT debbano essere prodotti da un'azienda certificata e sottoposti a un processo di certificazione prima di poter essere venduti. Questo processo è supervisionato dall'Agenzia delle Entrate in collaborazione con il produttore, garantendo che tutti i dispositivi soddisfino i severi requisiti previsti dalla legge italiana.

In linea con questi requisiti, 'Do Your Order' offre una soluzione completamente conforme per la ristorazione e le attività ricettive che operano in Italia. Utilizzando stampanti fiscali prodotte da EPSON, uno dei produttori certificati, le aziende possono garantire la loro conformità al sistema fiscale italiano. Queste stampanti fiscali EPSON sono progettate per soddisfare le esigenze specifiche del mercato italiano, fornendo un mezzo affidabile e sicuro per registrare le transazioni e inviare automaticamente i dati fiscali all'Agenzia delle Entrate ogni giorno.

Per le aziende di ristorazione e ospitalità in Italia, ciò significa che l'integrazione di 'Do Your Order' con le stampanti fiscali EPSON fornisce una soluzione fiscale senza soluzione di continuità e conforme. Questa integrazione non solo garantisce il rispetto delle normative fiscali, ma supporta anche la gestione efficiente e trasparente delle transazioni finanziarie, contribuendo all'integrità complessiva del sistema fiscale in Italia.

Lituania (conforme ai requisiti di fiscalizzazione):

Il sistema di fiscalizzazione della Lituania, in evoluzione dal 1996 e significativamente aggiornato nel 2012 con ulteriori modifiche previste nel 2023, impone l'uso di dispositivi fiscali certificati, compresa una transizione a moduli di sicurezza per una migliore crittografia dei dati. 'Do Your Order' è pienamente conforme ai requisiti fiscali lituani per i ristoranti e le attività ricettive, supportando l'uso di stampanti fiscali di produttori affidabili come EPSON o Star Micronics, tra gli altri. Questi dispositivi garantiscono una registrazione e un'elaborazione sicure e accurate dei dati fiscali.

Dalla sua introduzione iniziale nel 1996 e da un'importante revisione nel 2012, il quadro di fiscalizzazione della Lituania è stato progettato per garantire l'integrità e la sicurezza dei dati fiscali attraverso l'uso di dispositivi fiscali certificati. Il sistema si è storicamente basato su un blocco o modulo di memoria fiscale, un dispositivo responsabile della registrazione, dell'elaborazione, della verifica, dell'accumulo e dell'archiviazione dei dati fiscali. Con i cambiamenti previsti nel 2023, la Lituania è pronta a sostituire il tradizionale modulo fiscale con un modulo di sicurezza che incorpora un sistema di crittografia. Questo sistema è progettato per firmare ogni ricevuta emessa dai sistemi POS, sia fiscali che non fiscali, migliorando la sicurezza e l'affidabilità dei dati delle transazioni.

Il sistema di fiscalizzazione lituano richiede che i sistemi POS e i dispositivi crittografici siano certificati come un'unica unità, garantendo un elevato standard di protezione dei dati e il rispetto delle leggi fiscali. Questo processo di certificazione è fondamentale per i ristoranti e le attività ricettive, che gestiscono quotidianamente un volume significativo di transazioni e devono rispettare rigide normative fiscali.

Per soddisfare questi requisiti, 'Do Your Order' offre una soluzione pienamente conforme agli standard fiscali lituani. Supportando l'uso di stampanti fiscali di produttori leader come EPSON o Star Micronics, 'Do Your Order' consente ai ristoranti e alle attività ricettive in Lituania di integrarsi perfettamente con i dispositivi fiscali richiesti. Queste stampanti non solo sono certificate, ma anche dotate della tecnologia necessaria per funzionare con i nuovi moduli di sicurezza, garantendo che ogni transazione sia registrata ed elaborata in modo sicuro in conformità con la legge lituana.

Per le aziende di ristorazione e ospitalità che operano in Lituania, ciò significa che l'adozione di 'Do Your Order' e la sua integrazione con stampanti fiscali approvate fornisce una soluzione fiscale conforme, sicura ed efficiente. Questa integrazione facilita la gestione accurata e affidabile dei dati fiscali, garantendo che le aziende rimangano conformi ai requisiti fiscali in continua evoluzione, continuando a offrire un servizio eccezionale ai propri clienti.

NORVEGIA (non ancora conforme)

Il sistema di fiscalizzazione norvegese, in vigore dal 2017, si concentra sulle funzionalità software piuttosto che sull'hardware, richiedendo che ogni sistema POS sia dichiarato all'autorità fiscale con una dichiarazione di conformità. Attualmente, 'Do Your Order' non è conforme alle normative fiscali norvegesi, ma prevede di raggiungere la conformità in futuro. Questo impegno consentirà ai ristoranti e alle aziende del settore alberghiero che utilizzano 'Do Your Order' di soddisfare le funzionalità POS obbligatorie e i requisiti di segnalazione in Norvegia.

Da quando è diventata un paese fiscale nel 2017, la Norvegia ha enfatizzato le funzionalità software rispetto all'hardware nei suoi requisiti fiscali, stabilendo un approccio distinto al modo in cui le aziende, comprese quelle nei settori della ristorazione e dell'ospitalità, gestiscono le loro transazioni finanziarie. Il regolamento norvegese sulla fiscalizzazione impone che ogni sistema POS utilizzato all'interno del paese debba possedere una dichiarazione di conformità che viene presentata all'autorità fiscale norvegese. Questa dichiarazione è un passo fondamentale per garantire che il sistema POS sia conforme alle funzionalità specifiche richieste dalla legge norvegese, inclusa la capacità di esportare i dati a scopo di audit nel formato Standard Audit File for Tax (SAF-T), come specificato dal regolamento tecnico dell'autorità fiscale norvegese (TA).

Al momento, 'Do Your Order' non ha soddisfatto questi requisiti specifici stabiliti dal sistema fiscale norvegese. Tuttavia, esiste un piano chiaro per perseguire la conformità nel prossimo futuro. Questa iniziativa riflette l'impegno ad adattare 'Do Your Order' per allinearlo alle normative fiscali norvegesi, garantendo che i ristoranti e le attività ricettive che utilizzano il nostro sistema possano soddisfare con sicurezza gli standard legali per le funzionalità POS e la segnalazione dei dati in Norvegia.

Il raggiungimento della conformità comporterà il potenziamento di 'Do Your Order' per supportare le funzioni necessarie descritte dalla legge norvegese, compresa l'esportazione accurata ed efficiente dei dati delle transazioni nel formato SAF-T. Questo adattamento non solo garantirà che 'Do Your Order' soddisfi i requisiti fiscali della Norvegia, ma rafforzerà anche la nostra dedizione a supportare i nostri clienti nella navigazione efficace nel panorama fiscale.

Per le aziende di ristorazione e ospitalità in Norvegia, questa futura conformità significa che 'Do Your Order' diventerà una soluzione praticabile per la gestione delle transazioni finanziarie in conformità con le normative norvegesi. Si prevede che questo sviluppo fornirà alle aziende la garanzia che le loro operazioni siano pienamente conformi ai requisiti fiscali, facilitando operazioni più fluide e il rispetto degli obblighi legali in Norvegia.

POLONIA (Non conforme ai requisiti di fiscalizzazione)

Il sistema di fiscalizzazione della Polonia, che si è evoluto dalla sua introduzione nel 1993, attualmente richiede che le transazioni siano segnalate all'autorità fiscale via Internet utilizzando registratori di cassa o stampanti online. Nonostante questi sviluppi, 'Do Your Order' ha scelto di non perseguire il rispetto dei requisiti fiscali della Polonia e non intende conformarsi. Questa decisione ha un impatto sui ristoranti e sulle strutture ricettive che intendono utilizzare 'Do Your Order' per la rendicontazione fiscale in Polonia.

Dall'inizio della fiscalizzazione in Polonia nel 1993, il paese ha visto cambiamenti significativi nel suo approccio alla conformità fiscale. Inizialmente adottando un sistema basato su hardware che utilizzava stampanti fiscali e registratori di cassa elettronici per creare giornali elettronici e cartacei, nel 2019 la Polonia è passata a un modello di fiscalizzazione più moderno. Questo nuovo modello impone che le transazioni fiscalmente rilevanti vengano inviate all'autorità fiscale tramite Internet, utilizzando registratori di cassa o stampanti online. Sebbene il passaggio a questo nuovo sistema fosse previsto per ottobre 2018, i dispositivi necessari sono stati resi disponibili solo a gennaio 2019.

L'attuale quadro fiscale in Polonia offre ai contribuenti diverse soluzioni per adempiere ai loro obblighi di dichiarazione, a seconda della loro categoria specifica e delle scadenze stabilite. Questa flessibilità è pensata per soddisfare le diverse esigenze delle aziende che operano all'interno del Paese, comprese quelle dei settori della ristorazione e dell'ospitalità.

Nonostante i progressi e le opzioni disponibili all'interno del sistema di fiscalizzazione della Polonia, 'Do Your Order' ha preso la decisione strategica di non cercare il rispetto di questi requisiti. Questa posizione significa che 'Do Your Order' non adatterà il suo sistema per allinearsi alle normative fiscali polacche, che richiedono la segnalazione delle transazioni basata su Internet.

Per i ristoranti e le strutture ricettive in Polonia, ciò significa che affidarsi a 'Do Your Order' per la rendicontazione fiscale non sarà fattibile nell'ambito dell'attuale quadro normativo. Le aziende di questi settori dovranno esplorare soluzioni alternative conformi ai requisiti fiscali della Polonia per assicurarsi di poter soddisfare i loro obblighi legali per la segnalazione delle transazioni. Questa decisione di 'Do Your Order' riflette una considerazione più ampia della sua strategia di prodotto e del suo orientamento al mercato, riconoscendo che il rispetto del sistema fiscale polacco non è allineato con i suoi piani attuali o futuri.

PORTOGALLO (Non conforme ai requisiti fiscali)

Il sistema di fiscalizzazione del Portogallo è basato su software e richiede che le applicazioni POS siano sottoposte a un processo di certificazione da parte della Direzione generale portoghese per le imposte. Questo sistema si concentra sui meccanismi di sicurezza e sull'inalterabilità dei dati fiscali. 'Do Your Order' non è conforme ai requisiti fiscali del Portogallo e non prevede di perseguire la conformità, citando come fattore significativo il ritardo percepito dal mercato nell'adozione di tali soluzioni.

Il Portogallo ha implementato un sistema di fiscalizzazione basato su software che pone un'enfasi significativa sulle caratteristiche e sulle funzionalità del software POS utilizzato dalle aziende, comprese quelle nei settori della ristorazione e dell'ospitalità. Questo sistema impone che tutte le applicazioni POS siano certificate dalla Direzione Generale Portoghese per le Imposte, garantendo che soddisfino rigorosi standard per i meccanismi di sicurezza e l'inalterabilità dei dati fiscali. Il processo di certificazione è progettato per garantire l'integrità e la sicurezza delle informazioni fiscali, senza la necessità di componenti hardware specifici per la conformità. Il sistema consente l'emissione di ricevute elettroniche, anche se deve esserci anche la possibilità di stampare ricevute fiscali quando necessario.

Nonostante l'approccio strutturato alla fiscalizzazione in Portogallo, 'Do Your Order' ha deciso di non cercare il rispetto di queste normative. Tale decisione si basa su una valutazione del mercato portoghese, che 'Do Your Order' ritiene essere significativamente arretrato in termini di disponibilità e apertura all'adozione di tali soluzioni fiscali. L'azienda considera questo divario come un ostacolo al successo dell'implementazione e dell'adozione del suo sistema nell'ambito dell'attuale quadro fiscale in Portogallo.

Per le attività di ristorazione e ospitalità in Portogallo, ciò significa che 'Do Your Order' non sarà un'opzione praticabile per soddisfare i requisiti di conformità fiscale stabiliti dalla Direzione generale portoghese per le imposte. Le aziende di questi settori dovranno cercare soluzioni POS alternative certificate e conformi al sistema di fiscalizzazione portoghese. Questa decisione riflette la considerazione strategica di Do Your Order delle condizioni di mercato e la sua attenzione alle regioni in cui l'adozione delle sue soluzioni si allinea più strettamente con la preparazione del mercato locale e i requisiti normativi.

Romania (non conforme ai requisiti di fiscalizzazione)

Il sistema di fiscalizzazione della Romania, attivo dal 1999 e in fase di aggiornamenti significativi, tra cui l'ultimo nel novembre 2017, impone una comunicazione dettagliata e lo scambio di dati con l'ANAF (Agenzia Nazionale per l'Amministrazione Fiscale) attraverso stampanti fiscali. Nonostante l'evoluzione dei requisiti fiscali della Romania, 'Do Your Order' ha deciso di non perseguire la conformità alle normative fiscali rumene ora o in futuro, concentrando i suoi sforzi altrove.

La Romania ha una lunga storia come paese fiscale, con il suo sistema di fiscalizzazione che ha subito diversi aggiornamenti significativi per adattarsi ai progressi tecnologici e ai cambiamenti all'interno del contesto fiscale. Le normative più recenti hanno introdotto requisiti più stringenti per la comunicazione e lo scambio di dati tra le imprese e l'ANAF, utilizzando stampanti fiscali. Questi aggiornamenti impongono che tutti i dati delle transazioni siano memorizzati su una scheda SD e il layout della ricevuta ora include ulteriori informazioni fiscali. Inoltre, i dispositivi fiscali sono stati aggiornati per accogliere 2 aliquote IVA aggiuntive e consentire la programmazione di nuove tipologie di pagamento.

Nonostante il quadro fiscale completo e in evoluzione in Romania, 'Do Your Order' ha preso la decisione strategica di non cercare il rispetto di queste normative. Questa decisione si basa su una serie di fattori, tra cui la valutazione della compatibilità del mercato rumeno con il modello di business e gli obiettivi strategici di 'Do Your Order'. In quanto tale, 'Do Your Order' non intende adeguare il proprio sistema per soddisfare in futuro i requisiti fiscali rumeni.

Per le imprese di ristorazione e ospitalità che operano in Romania, ciò significa che 'Do Your Order' non sarà un'opzione praticabile per garantire la conformità fiscale nell'ambito dell'attuale quadro giuridico. Le aziende di questi settori dovranno esplorare soluzioni alternative che siano pienamente conformi alle normative fiscali rumene per soddisfare i loro obblighi legali e garantire un funzionamento regolare. Questa decisione di 'Do Your Order' riflette la sua strategia e il suo focus più ampi, dando priorità ai mercati e agli ambienti normativi in cui le sue soluzioni sono più allineate con i requisiti locali e dove esiste un percorso più chiaro verso la conformità e il successo.

Spagna (conforme ora e in futuro)

La Spagna sta passando alla fiscalizzazione del software, con il sistema TicketBAI già implementato nella regione basca e il sistema VeriFactu che dovrebbe essere introdotto nella terraferma nel 2024. Attualmente, la Spagna non richiede la certificazione hardware o software, ma questo è destinato a cambiare con i nuovi requisiti fiscali. 'Do Your Order' sta pianificando attivamente di diventare conforme sia con VeriFactu che con TicketBAI, monitorando da vicino gli sviluppi per garantire la piena conformità per i ristoranti e le attività ricettive che operano in Spagna.

La Spagna è all'apice di cambiamenti significativi nel suo panorama fiscale, muovendosi verso la fiscalizzazione del software in tutti i suoi territori. La regione basca ha già compiuto passi avanti verso questa transizione con l'implementazione del sistema TicketBAI nel gennaio 2022. Il resto della Spagna, denominato territorio continentale, è destinato a seguire l'esempio con l'introduzione del sistema VeriFactu nel 2024. Questi cambiamenti indicano un passaggio dall'attuale status di paese non fiscale a un ambiente di fiscalizzazione del software più regolamentato, che richiede l'uso di software specializzati e certificati per l'emissione di ricevute e fatture.

Con l'evolversi di questi sviluppi, 'Do Your Order' sta lavorando in modo proattivo per garantire la conformità con i prossimi sistemi di fiscalizzazione. Riconoscendo l'importanza di questi cambiamenti per i ristoranti e le attività ricettive in Spagna, 'Do Your Order' sta pianificando di diventare conforme ai sistemi VeriFactu e TicketBAI. Ciò comporta il monitoraggio attento dei progressi e dei requisiti di questi sistemi per adattare di conseguenza il software di 'Do Your Order', garantendo che le aziende che utilizzano la nostra piattaforma possano soddisfare senza problemi i nuovi requisiti fiscali.

Per le aziende di ristorazione e ospitalità che operano in Spagna, questo approccio proattivo di 'Do Your Order' significa che possono aspettarsi una soluzione che sarà pienamente conforme ai requisiti fiscali della Spagna. Allineandosi con VeriFactu e TicketBAI, 'Do Your Order' mira a fornire una transizione senza soluzione di continuità per le aziende mentre navigano nel nuovo panorama fiscale, garantendo che possano continuare a operare in modo efficiente e in conformità con la legge spagnola. Questo impegno per la conformità e l'adattamento sottolinea la dedizione di 'Do Your Order' nel supportare i propri clienti attraverso i cambiamenti normativi, assicurando che siano ben preparati per il futuro della fiscalizzazione in Spagna.

Svezia (conforme ai requisiti di fiscalizzazione)

Il sistema di fiscalizzazione svedese richiede l'uso di registratori di cassa dotati di un dispositivo di controllo per firmare e archiviare le transazioni, in linea con i requisiti di fiscalizzazione basati su hardware. 'Do Your Order' può diventare conforme alle normative fiscali svedesi utilizzando stampanti speciali autorizzate dalle autorità fiscali, garantendo che i ristoranti e le attività ricettive possano soddisfare i requisiti obbligatori per l'emissione di ricevute e adempiere ai nuovi obblighi che entreranno in vigore nel 2023.

In Svezia, il quadro di fiscalizzazione impone l'uso di registratori di cassa integrati con un'unità o un sistema di controllo. Questa configurazione è fondamentale per le funzioni principali del dispositivo fiscale, che includono la firma e l'archiviazione sicura delle transazioni. Questo requisito costituisce la spina dorsale dell'approccio di fiscalizzazione basato sull'hardware della Svezia, garantendo che tutte le vendite di beni e servizi siano registrate in modo accurato e che l'emissione di ricevute ai clienti sia obbligatoria.

A partire dal 2023, la Svezia introdurrà alcuni nuovi obblighi che sottolineano ulteriormente l'importanza di dispositivi fiscali conformi nei settori della vendita al dettaglio e dei servizi, compresi i ristoranti e le attività ricettive. Questi cambiamenti sottolineano la necessità per le aziende di garantire che i loro registratori di cassa e i relativi sistemi di controllo soddisfino i più recenti standard normativi.

'Do Your Order' è posizionata per aiutare le aziende in Svezia a destreggiarsi tra questi requisiti fiscali offrendo compatibilità con stampanti speciali autorizzate dalle autorità fiscali svedesi. Integrando queste stampanti specializzate, 'Do Your Order' fornisce una soluzione che si allinea con il sistema di fiscalizzazione svedese, consentendo alle aziende di firmare e archiviare le transazioni come richiesto dalla legge.

Per le aziende di ristorazione e ospitalità che operano in Svezia, ciò significa che l'adozione di 'Do Your Order' e l'utilizzo di stampanti autorizzate garantiranno la conformità alle normative fiscali. Questo approccio non solo soddisfa i requisiti di legge, ma semplifica anche il processo di emissione delle ricevute e la gestione dei dati delle transazioni, contribuendo al funzionamento efficiente e conforme delle aziende del settore. L'impegno di 'Do Your Order' nell'offrire una soluzione conforme riflette la sua dedizione a supportare le aziende attraverso la conformità normativa, assicurando che siano ben attrezzate per adempiere ai loro obblighi fiscali in Svezia.

Domande frequenti

Scopri di più

12 minuti leggere

Navigare nel panorama dei salari minimi negli Stati Uniti: una guida per i proprietari di ristoranti

L'industria dell'ospitalità, una vibrante pietra miliare dell'economia americana, è profondamente influenzata dalle dinamiche fluttuanti delle leggi sul salario minimo negli Stati Uniti. Mentre i proprietari e gli operatori di ris

Sarah Reynolds
17 mar 2024
7 minuti leggere

Navigazione nei moduli fiscali nel settore dell'ospitalità negli Stati Uniti: una guida per le aziende di ristorazione

Nel competitivo e frenetico settore dell'ospitalità statunitense, i proprietari di ristoranti devono affrontare sfide uniche di gestione finanziaria e conformità fiscale. Con una forza lavoro che spesso include un mix di dipendenti a tempo pieno,

Jennifer Lee
12 mar 2024
10 minuti leggere

Rivoluzionare i ristoranti: una riduzione del 60% delle emissioni di CO2 apre la strada all'eccellenza ambientale con Do Your Order

In un mondo in cui la consapevolezza ambientale è in prima linea nelle preoccupazioni della società, le aziende sono costantemente alla ricerca di modi innovativi per ridurre la loro impronta di carbonio. Uno di questi pionieri è Do Your Order, un

Maria Sanchez
06 mar 2024
5 minuti leggere

Fiscalizzazione per la ristorazione e l'ospitalità in Europa: navigare nel panorama con Do Your Order

Il panorama della fiscalizzazione in Europa presenta una complessa serie di normative che le aziende, in particolare nei settori della ristorazione e dell'ospitalità, devono affrontare per garantire la conformità. Queste normative variano in modo

Jennifer Lee
29 feb 2024
8 minuti leggere

Creare il Dream Team: approfondimenti dal nostro ritiro per startup a Funchal - Settimana 5

Nella vibrante città di Funchal, il team di Do Your Order ha intrapreso un ritiro trasformativo che avrebbe ridefinito la nostra traiettoria. Guidati dall'astuta guida di Miguel Alves Ribeiro, fondatore e CEO di www.sheerme.com, ci siamo addentrat

Do Your Order
22 feb 2024
6 minuti leggere

Navigare tra le onde del successo delle startup: approfondimenti dalla settimana 4 del nostro viaggio

In un viaggio illuminante durato oltre una settimana, il team di Do Your Order, sotto la guida di Bernardo Vasconcelos, ha intrapreso un'esplorazione trasformativa del processo di vendita, della modellazione strategica del business e delle comples

Do Your Order
20 feb 2024

Pronto per iniziare?